Chiesa di san Rocco

Argomenti :
Patrimonio culturale
Tempo libero
Turismo
La chiesa di san Rocco, costruita nel XV secolo dalla Quadra di Villatico, presenta una struttura che ricorda esempi veneziani, qui declinati con un linguaggio più lombardo.
Indirizzo Chiesa di San Rocco, Via S. Rocco, 25032 Chiari BS, Italia
Punti di contatto
Cap 25032
Modalità di accesso

Edificio a piano terra.

La chiesa di san Rocco, costruita nel XV secolo, presenta una struttura davvero particolare che ricorda esempi veneziani, qui declinati con un linguaggio più lombardo.

L’interno, interamente affrescato e decorato, è suddiviso in due navate terminanti in profonde cappelle con volta a botte in cui si conservano le seicentesche pale d’altare di Andrea Asper. Curiosa è la tela raffigurante La Vergine col Bambino e i santi Rocco e Nicola da Tolentino (1645) che, sullo sfondo, mostra uno scorcio sulla Chiari dell’epoca: un borgo cinto da possenti mura, dove si scorge la fabbrica del duomo ancora dotato di facciata con terminazione a lunetta oggi non più visibile. Interventi settecenteschi portarono a una rilettura in senso spaziale dell’edificio e alla costruzione, lungo il lato orientale, della cappella dedicata alla Vergine dei sette dolori, di cui l’altare e le balaustre sono realizzate in marmo nero con splendidi intarsi. La doppia facciata è certamente l’elemento più originale dell’edificio: rivestita interamente ad intonaco, con membrature architettoniche in pietra grigia di Sarnico e cotto, si caratterizza per due culmini a lunetta dove si aprono nicchie un tempo ospitanti le sculture lignee con l’Angelo annunziante e la Vergine annunciata.

La chiesa di san Rocco, insieme alla chiesa dei santi Filippo e Giacomo, della Santissima Trinità, di san Sebastiano e della Beata Vergine di Caravaggio presso il cimitero, fu espressione autentica del sentimento religioso che ha animato la città fin dal medioevo. Queste chiese suburbane, edificate al di fuori della città murata di epoca viscontea, appartenevano rispettivamente alle Quadre di Villatico, Cortezzano, Marengo e Zeveto, nomi che ancora oggi identificano le quattro vie principali del centro storico.

Se in origine le Quadre corrispondevano a una divisione del territorio comunale e dei suoi abitanti, dalla fine del XIV secolo queste corporazioni di cittadini si strutturarono definendo ciascuna i propri organismi associativi, costruendo le proprie chiese e costituendo consistenti patrimoni terrieri di pertinenza esclusiva dei clarensi Originari, impedendo così passaggi di proprietà che avrebbero favorito acquirenti forestieri. Le Quadre formavano altresì il pilastro sul quale si fondava l’ordinamento comunale: ogni Quadra eleggeva dieci rappresentanti che partecipavano al Consiglio dei Quaranta, principale organo di governo della città fino agli inizi del XIX secolo, quando l’identità tra Quadre e Comune andò disgregandosi. Le Quadre continuarono a vivere come associazioni private finché, tra fine Ottocento e primi Novecento, anche i beni comuni vennero ripartiti tra gli associati e cessarono ogni attività.

Oggi i nomi, i colori, l’antagonismo, ma anche lo spirito di collaborazione delle Quadre rivivono nella manifestazione settembrina del Palio delle Quadre: dal 1978 la città di Chiari ospita migliaia di persone che accorrono per assistere alla celebre corsa a staffetta, momento fulcro di una settimana ricca di eventi, spettacoli e ottimi piatti della tradizione gastronomica bresciana.

 

Didascalie e referenze fotografiche

  • Culmini a lunetta della facciata della chiesa di san Rocco (Davide Bianchetti).
  • La chiesa di san Rocco e la seriola Vetra in una cartolina storica (Collezione Enrico Rubagotti).
  • Esibizione degli Sbandieratori e Musici di Zeveto in piazza Zanardelli (Marco Foglia).
  • Corsa del Palio delle Quadre (Luigi Daldossi).

 

Chiari è una città ricca di cultura, storia e arte.

Scopri i luoghi di interesse storico e artistico della città, veri e propri tesori che meritano di essere visitati durante il tuo soggiorno clarense (clicca qui)

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot